inizio Febbraio 2019!
L'Assistente Bagnanti
Chi è?

Formato e abilitato dalla Federazione Italiana Nuoto, sezione Salvamento, l'Assistente Bagnanti è lo specialista che veglia sulla sicurezza di chi frequenta piscine e stabilimenti balneari marini o lacustri; capace ed esperto negli interventi di soccorso di chi si trova in situazione di pericolo in acqua.

Cosa fa?

Sue funzioni specifiche sono:
• prevenire gli incidenti in acqua con una sorveglianza attenta e intelligente; farvi fronte quando avvenuti, mettendo in atto quelle tecniche di salvataggio e di primo soccorso acquisite nel corso di formazione e periodicamente aggiornate
• regolare le attività di balneazione vegliando sul comportamento degli utenti
• applicare e far rispettare le ordinanze della Capitaneria o il regolamento della piscina
• verificare periodicamente la chimica delle acque nelle piscine e le condizioni igieniche dell'ambiente
Le competenze acquisite nel corso di formazione gli consentono di intervenire in modo adeguato per praticare il primo soccorso, anche in caso di asfissia e arresto cardiaco.
Il suo lavoro richiede disponibilità per trattare con il pubblico, capacità di rimanere vigile anche quando (grazie anche alla sua azione preventiva) non succede nulla, ma anche di dar prova di tutta la sua determinazione e competenza nelle situazioni di emergenza.
Ha la responsabilità della sicurezza dei bagnanti: ne risponde in prima persona sia sotto l'aspetto civile che penale. Ha il dovere di mantenere al meglio la forma fisica e l'abilità tecnica con costanti allenamenti e periodici corsi di aggiornamento.
Ma è soprattutto dall'abilità di prevenire che si distingue un buon Assistente bagnanti: convincere, cioè, con l'esempio e l'autorevolezza, con simpatia e disponibilità a rispettare gli accorgimenti utili alla sicurezza ed evitare comportamenti potenzialmente pericolosi.
Può essere considerato un avamposto di Protezione Civile, essendo istituzionalmente l'esperto della prevenzione (avendo le conoscenze utili per valutare cambiamenti nelle condizioni meteo, per prevedere gli sviluppi perniciosi di situazioni a rischio...) e il primo addestrato a intervenire in caso di emergenza, anche con manovre salvavita.
Apposite leggi e circolari ministeriali prevedono la figura dell'Assistente Bagnanti, ne stabiliscono la presenza obbligatoria in ogni struttura di balneazione aperta al pubblico, riconoscono la particolare competenza della FIN nella formazione degli stessi, la validità del titolo FIN per il disimpegno dell'attività, stabiliscono il numero di operatori necessari in funzione delle caratteristiche dell'impianto.
Grazie alla firma del protocollo d'intesa tra Ministero competente e FIN per l'inserimento della materia nel corso di formazione, gli Assistenti Bagnanti rappresentano anche un importante supporto alla salvaguardia dell'ambiente.

Modalità di ammissione al corso
Gli aspiranti dovranno avere un'età compresa tra i 16 e i 55 anni, essere cittadino italiano o della UE, essere in idonee condizioni psicofisiche e dimostrare di essere in possesso di ottima abilità natatoria. La verifica delle abilità natatorie sarà effettuata, con apposita prova valutativa, dal Coordinatore locale o dall'Allenatore di Nuoto e Nuoto per Salvamento delegato.

Sede e struttura del corso:
Si possono conseguire i seguenti brevetti:

P: per piscina;
IP: per acque interne (laghi) e piscine ;
MIP: per mare, acque interne (laghi) e piscine ;
Il corso prevede:

per il brevetto P (piscina), 40 ore di attività didattica frontale, di cui 26 teorico-pratiche a secco e 14 in acqua;
per il MIP (mare, acque interne e piscina) si aggiungono 4 ore in aula, su "ordinanze e regolamenti" e 4 ore in acqua per esercitare la "voga".
La sede per le lezioni pratico teoriche è la piscina di portogruaro.

Per la voga e per gli esami MIP è la canoa club di Portogruaro - via zappetti 43.

Esami
Il positivo completamento del percorso formativo è verificato con una serie di prove valutative al cospetto della locale CAPITANERIA DI PORTO e poi certificato dalla FIN (Federazione Italiana Nuoto).

Prove
di tipo teorico, per quanto oggetto delle lezioni teoriche;
di tipo pratico "a secco", riguardo le pratiche di prevenzione e soccorso a terra, in particolare:
disostruzione delle vie aeree;
respirazione assistita per insufflazione positiva, con pallone / bocca-bocca / bocca-naso;
Procedure di rianimazione cardio-polmonare;
di tipo pratico in acqua, per quanto attiene le tecniche di intervento con utilizzo o meno di mezzi e strumenti specifici.
Materiale didattico
Sarà fornito a ciascun allievo il materiale didattico in formato digitale.

Peculiarità del brevetto
Il brevetto di bagnino di salvataggio è valutato come titolo professionale di merito, per:

l'arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 01/09/2004, art.8);
l'arruolamento volontario nell'Esercito (DP. Prot.n.M_D GMIL_02I3200085087 del 10/07/2006 - bando arruolamento V.F.P.1);
l'attribuzione del credito formativo agli esami di Stato della Scuola Secondaria di II^ grado(DPR 23/07/1998 n.323 art.12 e DM n.49 del 24/02/2000);
l'impiego dei militari delle FF.AA. in compiti connessi al brevetto,la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa.
Il brevetto di Bagnino di Salvataggio può essere trascritto nei fogli matricolari del personale militare dell’Esercito, della Marina Aeronautica, dell'Arma dei Carabinieri e per il personale della Polizia di Stato.

Tesseramento
Una volta superato l'esame, l'Assistente Bagnanti viene tesserato per la FIN e può iniziare ad esercitare la professione.
Il tesseramento ha validità triennale.

Telefona in piscina (0421/760760) per pre-iscriverti senza impegno. Ti contatteremo per farti sapere quando si terrà la riunione informativa.

Ti aspettiamo!!


<< TORNA ALLA HOME

<< ARCHIVIO NEWS
 
 
 
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA
CENTRO NUOTO PORTOGRUARO
Via Resistenza 37 – 30026 Portogruaro (VE)
Tel. 0421 760 760 – Fax 0421 285 377
E-mail centronuotoportogruaro@gmail.com
C.F. 92013090276 - P.Iva 02741410274